Cerca
Close this search box.

I Pocket Games e “ad acqua” della Tomy

CATEGORIE

Eiichiro Tomiyama il 2 febbraio 1924 fonda in Giappone la Tomiyama Toy Seisakusho, società che diventerà, negli anni a seguire, il colosso mondiale Tomy Company, Ltd.

L’azienda, inizialmente, produce aeroplani giocattolo tanto che a questi veniva associato comunemente il nome Tomiyama. Successivamente la Tomy amplia le linee di prodotti diventando la prima fabbrica di giocattoli con un sistema produttivo a catena di montaggio e un dipartimento di ricerca attivo e dedicato al giocattolo.

Tra i tantissimi giocattoli prodotti, molti dei quali sono oggi delle vere e proprie icone per i collezionisti e gli amanti del genere, Tomy nel 1975 immette sul mercato la linea di giochi “tascabili” denominati Pocket Games.

Erano piccole “scatoline” realizzate in plastica colorata che presentavano semplici sfide da superare azionando, a seconda dei modelli, alcune leve, molle, pulsanti e ingranaggi e interagendo in molti casi con palline di acciaio in esse contenute. Si trattava di giochi semplici, alcuni dei quali davvero molto divertenti: Baseball, Pinball, la corsa di macchine Raceway, Mouse House, Motocross, Pitfall, Time Up, il gioco dei pirati o la corsa dei cavalli, Las Vegas, Target Range, il gioco del calcio Big Match eccetera. Erano tantissimi e divertenti. Se ne ricordano decine.

A questi Tomy affianca tutta una serie di giocattoli “ad acqua”, un po’ meno tascabili ma comunque molto divertenti. Ogni gioco consisteva in un contenitore di plastica trasparente, pieno d’acqua con alla base dei pulsanti che agivano da pompe. Una volta schiacciati, muovevano l’acqua all’interno del gioco e di conseguenza dei piccoli oggetti immersi – solitamente palline e cerchietti – in modo da completare la sfida prevista. Uno su tutti il gioco del basket, prodotto in varie versioni e colori: predisposto per due giocatori, lo scopo era spingere il pallone dentro il canestro avversario soffiando quanta più acqua possibile.

Nel 2006, Takara (altra storica azienda di giocattoli giapponese) e Tomy si sono fuse facendo nascere la Tomy Co., Ltd. (conosciuta come TAKARATOMY) con l’obiettivo di massimizzare i rispettivi punti di forza e diventare il principale produttore di giocattoli al mondo.

Oggi i Pocket Games della Tomy sono acquistabili sui principali portali dell’usato a costi molto contenuti. Un po’ più costosi quelli ad acqua ma comunque ancora abbordabili. La verità è che viene ancora oggi la voglia irrefrenabile di giocarci.

Altri post dal Blog

Superwest 12

Negli anni Sessanta e Settanta, i film che arrivavano dagli Usa per raccontare avvincenti avventure ambientate nel profondo Far West, senza dimenticare i mitici film

Leggi tutto »

Nintendo Game Boy

Il Game Boy è una console iconica lanciata da Nintendo nel 1989. È stata la prima console portatile di grande successo della nota azienda giapponese:

Leggi tutto »

Concilia?

Concilia? è un gioco da tavolo educativo prodotto dalla Clementoni nel 1969. Riportiamo questa data come appare ufficialmente sul sito dell’azienda, anche se in effetti

Leggi tutto »
error: Contenuto protetto per motivi di Copyright