Monopoli

CATEGORIE

Il Monopoly arriva in Italia come Monòpoli per merito della Editrice Giochi nel 1935. Il gioco prende nome dal concetto economico di monopolio, il dominio del mercato da parte di un singolo venditore, ed è considerato il gioco da tavolo coperto da copyright più giocato al mondo (escludendo pertanto i giochi tradizionali come scacchi, dama eccetera).

La storia narra che Monopoly sia nato prendendo spunto da un gioco intitolato “The Landlord’s Game” brevettato nel 1904. La storia sul brevetto del gioco è stata per molti anni controversa: la Parker Bros. negli anni Trenta, quando acquisisce i diritti per la pubblicazione di Monopoly, sa perfettamente dell’esistenza degli altri giochi e, con scopo di proteggersi, acquisisce i diritti sia di The Landlord’s Game sia di Finance, altra versione in commercio in quegli anni.

Il gioco in Italia venne commercializzato dal 1935 da una nuova casa editrice, la Editrice Giochi, fondata da Emilio Ceretti. Essendo in pieno regime fascista, le leggi dell’epoca proibivano l’utilizzo di nomi inglesi e così il gioco venne italianizzato: divenne così Monòpoli (e non Monopòli come sarebbe stato più corretto dato che “monopoly” è traducibile letteralmente con “monopolio”) e per moltissimi anni venne commercializzato con l’accento sulla “o” per evitare errori di pronuncia. L’edizione italiana riporta inoltre nomi delle vie ideati proprio da Emilio Ceretti, che prese liberamente spunto dalla toponomastica della Milano di allora dove viveva. Alcuni nomi però cambiarono alla fine della guerra.

Il gioco è estremamente diffuso quindi tra i collezionisti le varie scatole non riescono a raggiungere cifre importanti: solo alcune versioni più rare riescono a superare i 100 euro. Nella foto alcune scatole della versione italiana prodotte negli anni Quaranta, Settanta e negli anni Ottanta. Oggi è di proprietà della Hasbro.

Altri post dal Blog

Bai Bian Car Brick

Girando per i mercatini dell’usato mi sono imbattuto in un piccolo gioco portatile dall’aria vintage che, onestamente, non conoscevo. Niente scatola, niente istruzioni e niente

Leggi tutto »

Architettura ludica

Esiste un libro che parla di architettura applicata al mondo dei giocattoli vintage? Un tema certamente molto affine al nostro progetto di Giocattoli per passione

Leggi tutto »
error: Contenuto protetto per motivi di Copyright