Hasbro Piccoli Brividi

CATEGORIE

“Il castello è vecchio, decadente e pieno di ragni. Le stanze sono buie… e tutte le ombre si assomigliano”. Inizia così, sulla scatola, la presentazione di “Piccoli brividi”, il gioco prodotto nel 1996 dalla Hasbro su licenza della Parachute Press (divisione della Parachute Publishing).

Piccoli brividi (nome originale Goosebumps, letteralmente “pelle d’oca”) è una serie di libri per ragazzi di grandissimo successo scritti dall’autore statunitense Robert Lawrence Stine, tanto da vantare, con oltre 400 milioni di copie vendute, il record di vendite della categoria prima dell’arrivo della saga planetaria di Harry Potter.

I protagonisti di queste storie sono giovani adolescenti che si trovano a vivere avventure in circostanze spaventose che coinvolgono il soprannaturale, il paranormale e l’occulto. Dall’uscita del primo libro dal titolo “Welcome to Dead House” nel luglio 1992, si contano ben 240 volumi tradotti in 32 lingue.

Il gioco prende proprio ispirazione dalla saga, comprese le illustrazioni anch’esse di proprietà della Parachute Press. Oggi i diritti del brand sono di proprietà della Scholastic Corporation.

Il gioco si compone di cinquantasei carte illustrate, quattro segnapunti, sedici gettoni e tre ragni. Il gioco è tanto semplice quanto divertente: a turno un giocatore gira la carta e se appare lo scheletro Curly tutti i giocatori devono lanciare un urlo e prendere con grande rapidità uno dei ragni posizionati sul tavolo di gioco, togliendolo dalla disponibilità degli avversari. Chi rimane senza ragno perde un gettone. Vince il giocatore che alla fine di tutti i turni rimane da solo in possesso di almeno un gettone.

Oggi il gioco, nella versione originale del 1996, è ancora acquistabile su eBay a poco meno di 30 euro.

Altri post dal Blog

Bai Bian Car Brick

Girando per i mercatini dell’usato mi sono imbattuto in un piccolo gioco portatile dall’aria vintage che, onestamente, non conoscevo. Niente scatola, niente istruzioni e niente

Leggi tutto »

Architettura ludica

Esiste un libro che parla di architettura applicata al mondo dei giocattoli vintage? Un tema certamente molto affine al nostro progetto di Giocattoli per passione

Leggi tutto »
error: Contenuto protetto per motivi di Copyright